La cassaforte di famiglia controlla (con una quota del 51

patti aziende familiari al bivio la successione un rebus

trust) funzionano, in parte, come veicolo di trasmissione della propriet ma non risolvono il problema della successione in azienda. Altri (i patti di famiglia) hanno una tenuta legale debole e non sono idonei in moncler outlet online uomo situazioni familiari articolate e, magari, conflittuali. Le holding di famiglia, invece, favoriscono l di comando ma ingessano l del gruppo piumini moncler scontatissimi nel caso di dissidi familiari o di discontinuit esterne alla famiglia”. Insomma, blindare l e far prosperare l rischia di essere moncler outlet un esercizio complicato. Un tempo la soluzione pi diffusa era quella della societ in accomandita, la sapa, in cui i diversi rami aziendali condividevano il controllo della societ operativa. Una strada che ha visto varie evoluzioni. A partire dall Giovanni Agnelli c, che entro fine anno verr spostata in Olanda e si trasformer moncler outlet serravalle in Bv, una sorta di srl. La cassaforte di famiglia controlla (con una quota del 51,86%) Exor, che a sua volta diventer una Nv di diritto olandese e voto multiplo; la Sapa ha come principale azionista (al 36,38%) la Dicembre, societ semplice controllata dai tre fratelli Elkann, John, Lapo e Ginevra.

Altre dieci societ semplici e una fiduciaria conservano i pacchetti degli altri rami familiari. E se qualcuno vuole uscire? Deve offrire in opzione le azioni ai familiari, se nessuno disponibile compra la stessa accomandita, che periodicamente procede a ridurre il capitale se supera la quota del 10% di autocontrollo. Struttura completamente diversa, ma niente pi sapa anche per la famiglia De Benedetti. In questo caso il percorso di successione nella Cofide Cir iniziato nel 2009 con le dimissioni di Carlo De Benedetti dalla presidenza delle due holding; il passaggio conclusivo, quello della successione proprietaria, stato perfezionato nel marzo 2013, quando Carlo ha ceduto gratuitamente il controllo del gruppo, detenuto tramite la Carlo De Benedetti Figli Sapa, ai tre figli Rodolfo, Marco ed Edoardo. A seguito del passaggio generazionale, la ex accomandita stata ridenominata Fratelli De Benedetti piumini moncler outlet e trasformata in societ per moncler donna azioni, al 100% di Rodolfo, Marco ed Edoardo.

Per stabilire i meccanismi di prelazione all del numeroso gruppo dei Benetton, puntando alla stabilit nel tempo, stato arruolato anche il notaio Piergaetano Marchetti. Lo schema prevede che al vertice del ramificato gruppo ci sia Edizione (una srl), controllata da quattro societ (due spa e due srl) al 20% ciascuna, una per fratello; i quattro fratelli a loro volta controllano il 5% ciascuno di moncler saldi Edizione, a titolo personale. Il gruppo, che si aperto ancora di pi agli apporti manageriali esterni (dalla seconda met di gennaio il presidente di Edizione sar Fabio Cerchiai e l Marco Patuano), ha previsto che nel caso in cui qualcuno voglia uscire dalle societ a monte di Edizione debba offrire i titoli in prelazione al moncler saldi outlet proprio ramo familiare, successivamente agli altri parenti (in proporzione) e solo in ultima istanza all ma i nuovi entrati devono avere il gradimento di 3 fratelli su quattro.

Accomandita invece per la cassaforte di famiglia dei Boroli Drago, giunti ormai alla terza generazione alla guida del gruppo De Agostini (anche se stato gi messo a punto un meccanismo per regolare l ingresso in azienda della quarta e in prospettiva della quinta generazione). La sapa piumini moncler uomo B Holding di Marco Drago e c. in cui trovano spazio 49 eredi, controlla al moncler bambino outlet 66,86% la holding operativa De Agostini spa, alla guida di un impero internazionale che ha la punta di diamante nella Igt, ex Lottomatica (quotata a New York e controllata al 51,2% dal gruppo novarese). Una delle difficolt che diventa pi forte con i passaggi generazionali, mantenere la giusta distanza tra persone fisiche e societ operative. del 70% delle aziende familiari ha una holding ed positivo spiega moncler bambino outlet Guido Corbetta, che ha una cattedra sulle imprese familiari alla Bocconi poi ci vuole uno Statuto ben organizzato e un cda aperto a persone che non piumini moncler siano solo familiari Oppure c la soluzione del trust perch come ripete ogni volta Brunello Cucinelli, si ereditano le aziende, si eredita la propriet E la propriet dell quotata, oltre al resto del patrimonio, stato riunito in un trust da Esperia (Mediobanca). una moncler outlet online shop scelta di cui sono felicissimo aggiunge Cucinelli perch in questo modo l non si inchioda, ognuno ha il suo ruolo, io posso disporre come voglio dell e nello stesso tempo la scelta, a favore delle mie figlie, irreversibile. Le quali, insieme, potranno fare a loro volta quello che pi desiderano, anche vendere, ma in caso di disaccordo una dovr convincere moncler uomo almeno due dei tre professionisti che ho scelto per affiancarle nel trust

L del trust, in generale, punta proprio a preservare unita la propriet (in particolare di un nel passaggio ai figli e anche ai nipoti (un trust pu durare anche 80 anni); non solo, difende il bene dall di creditori terzi dei moncleroutlet-i singoli beneficiari (fino a quando i beni non vengono distribuiti) ma nello moncler saldi uomo stesso tempo molto flessibile, perch pu prevedere regole e durata molto differenziati. questo sono pi numerosi di quanto si pensi spiega Maurizio Lupoi, professore di Sistemi giuridici comparati e presidente dell Il trust in Italia per ci sono quelli fatti in Italia e altri fatti all con molta minore trasparenza moncler outlet trebaseleghe Con quattro holding, tutte in forma di societ per azioni, Silvio Berlusconi controlla invece ancora saldamente la Fininvest, di cui ha il 61,2%. I figli di primo letto, Marina e Pier Silvio, hanno a testa una quota della holding pari al 7,65% attraverso due societ per moncler bambino saldi azioni, mentre Barbara, Eleonora e Luigi hanno una quota complessiva del 21,4% riunita in un spa: un assetto deciso una decina di anni fa, prima del divorzio da Veronica Lario. Lo schema iniziale doveva prevedere tre nuove Sapa, con una diversa articolazione tra Ennio, la moglie Lina e i due figli, ma la riorganizzazione ha visto numerose battute d in seguito al congelamento del 20% di Banca Mediolanum controllato da Fininvest, chiesto prima da Bankitalia, poi sbloccato dal Consiglio di Stato e ora outlet moncler nuovamente sub judice, dopo il pronunciamento contrario della Bce. piumini moncler saldi Infine Luxottica. Il patron assoluto, Leonardo Del Vecchio, ha rimesso pi volte mano alla guida dell che controlla al 62,5% attraverso la Delfin. Nella cassaforte lussemburghese i sei figli del fondatore hanno ognuno la nuda propriet del 12,5% e Leonardo il 25%, ma a quest fanno capo il 100% dei diritti di voto e l sull capitale. Nella Delfin non figura invece la moglie, Nicoletta Zampillo. Bernardo Caprotti, il patron di Esselunga scomparso il 30 settembre scorso.

KAPCSOLAT

TIT Kossuth Klub Egyesület
1088 Budapest, Múzeum u. 7
+36 1 338 31 66
+36 1 411 08 46
info@kossuth-klub.hu

TÉRKÉP

Click to open a larger map

SOCIAL